Si cresce.

Percorrendo la stessa strada. Dividendo le occasioni, le sbucciature sulle ginocchia, le corse a perdifiato. Le mani tese dopo le cadute, i suggerimenti sussurrati in classe.

I litigi, le riappacificazioni.

Passano gli anni.

Si diventa uomini e donne, lasciando alle spalle i giorni dorati dell’infanzia.

Si cambia.

Prendendo posto in corpi nuovi. Stabilendo nuovi equilibri, proteggendo quelli vecchi.

Con l’assoluta convinzione che ciò che siamo rimanga immutato nel tempo e si cristallizzi in quello che saremo.

Senza dare peso ai nostri diciassette anni. Senza accorgersi che insieme a noi sono cresciuti i segreti che custodiamo.

E hanno un prezzo che non siamo pronti a pagare.